Europa

Cosa vedere a Bordeaux tra vigneti, natura e un centro storico Unesco

on
19/11/2021

Cosa vedere a Bordeaux: Place Miroir

Cosa vedere a Bordeaux? Bordeaux è una piccola cittadina che, con tanta curiosità, desiderio di esplorare e buone gambe si riesce a visitare in tre giorni.

Un lungo week-end a Bordeaux alla scoperta di chiese, vigneti e di un delizioso centro storico ricco di palazzi signorili, porte monumentali e piazze  custodi di tesori e memoria della città.

Se state progettando  di organizzare un lungo weekend a Bordeaux  siete nel posto giusto.

In questa guida vi racconto non solo cosa fare a Bordeaux ma anche le mie impressioni ed esperienza in questa vivace cittadina.

Ponte di Pietra di Bordeaux

Ponte di Pietra

Innanzitutto è una meta ideale per tutti, giovani , coppie o in solitaria come il mio. E’ una cittadina tranquilla, la sera si può serenamente girovagare a piedi, mai avuto la sensazione di pericolo. Molte persone di sera passeggiano, vanno in bici ed i locali sono pieni, si respira un’atmosfera rilassata.

In questo racconto vi svelo cosa vedere a a Bordeaux e cosa  – a mio avviso – avrei evitato.

Venite con me, vi porto a scoprire Bordeaux, buon viaggio… virtuale!

Il centro storico di Bordeaux,  patrimonio dell’UNESCO dal 2007,  è un dedalo di vie pieno di palazzi storici e di piccole e grandi piazze da esplorare a piedi. Perdersi nel centro storico di Bordeaux è un vero piacere.

Cosa vedere a Bordeaux tra vigneti, natura e un centro storico Unesco

La Basilica ed il campanile di San Michele

Da qui è iniziato il mio tour a Bordeaux, dal quartiere Saint Michel.

Devo ammettere che l’accoglienza non è stata tra le migliori, cielo grigio ma che, inaspettatamente è cambiato nel pomeriggio. Dal grigio il cielo è virato in un blu intenso con una temperatura primaverile. Un vero regalo!

La Basilica ed il campanile di San Michele in stile gotico si presentano alquanto singolari. Il campanile, – detto La Flèche-, la guglia così soprannominato dai bordolesi è separato dalla basilica da una decina di metri.

Insolito, almeno per me, mai vista una chiesa con un campanile “indipendente”.

Dopo la visita della basilica molto bella – adoro lo stile gotico-  si può decidere di salire sulla torre campanaria. Alta 114 mt si arriva in cima attraverso una scala di 250 scalini caratterizzata da aperture e feritoie che regalano scorci sulla città e sulla Garonna.

Non ho voluto perdermi la vista dall’alto sulla città, mi aspettavo di essere ricompensata da un panorama spettacolare ma sono rimasta piuttosto delusa.

Sarà stato per il cielo pumbleo, alcuni accessi vietati o la vista inibita dalle reti alle finestre ma non la consiglierei soprattutto se si ha poco tempo a disposizione.

Un’ altra torre da visitare è quella di Pey- Berland vicino la cattedrale.

Dove: Place Meynard

Costo del biglietto: 5€

Place Meynard con la Basilica e il campanile di San Michele

Basilica e la Flèche Saint-Michel

Cosa vedere a Bordeaux tra vigneti, natura e un centro storico Unesco

Mercato dei Capuccini

Sempre nel quartiere Saint Michel si trova il  Marché des Capucins, ideale per una colazione o un pranzo.

Consiglio di  immergervi nell’ atmosfera bordolese per osservare i ritmi quotidiani dei bordolesi e di perdertvi tra i banchi dalle mille prelibatezze per una sosta golosa.

Tips: Per chi ama il pesce è un must degustare le ostriche – ottimi prezzi – accompagnati da un profumatissimo calice di vino.

Dove: Place des Capucins

Quando: Da martedì a domenica dalle 7 alle 13

Piazza della Vittoria e Rue Sainte-Catherine

Il mio itinerario procede verso Place de la Victoire su cui si affaccia la Porta d’Aquitania, la cui forma ricorda un arco di trionfo.

Al centro della piazza, una curiosa statua in bronzo raffigurante una tartaruga con un un grappolo d’uva in bocca, su cui i turisti, compreso la sottoscritta, si divertono a farsi fotografare.

Place de la Victoire, Bordeaux

Dalla Porta d’Aquitania parte la via pedonale rue Sainte Catherine, famosa, ho letto prima di partire per lo shopping.

Devo confessarvi che mi è sembrata una zona più a vocazione gastronomica, abbastanza popolare. E’ una strada pedonale veramente lunga ma che non mi ha colpito particolarmente al contrario di Coursr de l’Intendance, un viale largo ed elegante che si conclude nella Place Gambetta.

Tips: Lungo Cours de L’Intendance fermatevi a Passage Sarget, una galleria molto carina su cui si affacciano deliziosi negozi ed un localino dove poter sorseggiare un tè accompagnato dai tipici Cannelés, dolcetti simili dalla forma a piccoli pandori aromatizzati al rum o vaniglia.

Cosa vedere a Bordeaux tra vigneti, natura e un centro storico Unesco

Cattedrale di Sant’Andrea e Torre di Pey Berland

Dal 1998 tappa del Cammino di Santiago di Compostela, la cattedrale di Sant’Andrea mescola due stili architettonici, il romanico e gotico.
L’interno maestoso è arricchito da un organo mastodontico e dalle vetrate policrome creando un’atmosfera misteriosa.

Dove: Pl. Pey Berland

Accesso gratuito

La cattedrale di Sant'Andrea e la Torre di Pey Berlanda

Torre di Pey Berland & Cattedrale di Sant’ Andrea

Accanto la cattedrale separata si erge la torre in stile gotico di Pey Berland. Dalla sua cima si può ammirare la città ma non saprei parlarne visto la mia esperienza sulla torre di Saint Michel ho preferito evitarmi l’ennesima faticaccia e fare altro.

Dove: Pl. Pey Berland

Costo del biglietto: 6€

Cosa vedere a Bordeaux

Museo delle Belle Arti

A due passi della cattedrale di Sant’Andrea, all’interno del palazzo Rohan, si trova il Museo delle Belle Arti.

Un piccolo spazio che ospita una collezione di opere realizzate dal 1400 al 1900 da artisti perlopiù francesi ed italiani.

Devo confessare che  da una città così bella ed organizzata mi aspettavo un museo più maestoso invece mi ha deluso.

Mi sento di consigliare, se il tempo a disposizione è limitato godersi di più la cittadina perdendosi per le sue splendide vie.

Dove: 20 cours d’Albret

Costo del biglietto:  5 €.

Tempo della visita: circa 45 minuti

Duna di Pilat

Se visitate Bordeaux, una tappa imperdibile sono le Dune di Pilat costituiscono una tappa imperdibile di un  viaggio a Bordeaux.

La duna di Pilat  con i suoi circa 60 milioni di m3 di sabbia ed un’altezza tra i 100 e 115 m a seconda dell’anno è  la duna più alta d’Europa.

E’ spettacolare, maestosa, non può lasciare indifferente. La sua vista, da un lato l’oceano e dall’ altro la foresta regala uno spettacolo da lasciare senza fiato, un concentrato di emozioni indescrivibili.

Dove: all’ingresso del bacino di Arcachon, a circa 70 chilometri di distanza da Bordeaux.

Come arrivare da Bordeaux alla duna di Pilat

In treno: parte dalla stazione St Jean ed arriva ad Archacon dopo circa 2 ore.

All’uscita della stazione di Arcachon, nello stesso marciapiede c’è la fermata dell’autobus che parte ogni quattro ore ed in mezz’ ora arriva alle dune.

Costo del biglietto € 1 (andata).

In alternativa l’auto, esiste un parcheggio, costo € 6 per 4 ore o un taxi  (circa 18€ a tratta).

Dune di Archachon

Cosa vedere a Bordeaux tra vigneti, natura e un centro storico Unesco

Piazza della Borsa ed il Miroir d’Eau

Costruita nel 1730 dall’architetto Ange jacques, la piazza della Borsa è caratterizzata al centro dalla fontana delle Tre grazie e di lato dagli edifici monumentali, il Palais de la Bourse, oggi la Camera di Commercio e dell’Industria mentre a sud quello che un tempo era l’Hotel des Farms, sede della Direzione Interregionale delle dogane e accise, con il Museo Nazionale delle Dogane.

La piazza è diventata simbolo di Bordeaux per la presenza di uno specchio d’acqua artificiale (“miroir d’eau” in francese) realizzato nel 2006 . Oggi il il Miroir d’eau è una delle attrattive di Bordeaux più fotografate.

Suggestiva da aprile ad ottobre, il Miroir d’Eau riflette la piazza della Borsa come uno specchio. D’inverno il Miroir d’Eau può lasciare delusi per l’assenza dell’acqua.

Piazza della Borsa di Bordeaux

Piazza della Borsa

Città del Vino

La città del vino è uno spazio enorme dalle forme futuristiche, ricorda un decanter,  3000 metri quadri e 19 spazi tematici dedicati al vino.

La città del vino a Bordeaux

Città del vino

Ci sono esposizioni, mostre, wine bar a due piani, eventi…  un vero e proprio luna park per gli amanti del vino!

Dove: 134 Quai de Bacalan

Costo del biglietto: € 20

Orari: dalle 10 alle 18, da aprile a fine agosto dalle 10 alle 19.

Cosa vedere a Bordeaux tra vigneti, natura e un centro storico Unesco

Museo del vino e del commercio

Nel cuore del quartiere Chartrons si trova, all’interno di un edificio storico appartenuto ad un mercante di vino di origine irlandese il museo del vino e del commercio.  Lo spazio espositivo , comprendente attrezzature, documenti, disegni e foto svela tutte le fasi e lo sviluppo nei secoli del vino.

Il museo del vino e del commercio di Bordeauxriio did

Museo del vino e del commercio

La visita al museo si conclude con una degustazione di tre tipo di vino che vengono illustrati da guide giovani ed appassionate.

La città del vino o il Museo del vino e del commercio… quale scegliere? Se avete tempo entrambi. Il tema è lo stesso, il vino, ma l’esperienza diversa.

Personalmente a me è piaciuto tanto il museo del vino e del commercio, uno spazio intimo e pieno di calore che trasuda storia, un vero viaggio a ritroso nel tempo.  Una visita assaporata, gustata e vissuta intensamente!

Dove: 41 Rue Borie

Costo del biglietto: € 7

Durata del visita: Due ore circa

Darwin

Lo Skatepark Le Hangar Darwin è un luogo sorprendente, insolito, da non perdere se si ama scoprire un volto diverso, più alternativo di una città.

Un ex caserma riconvertita. secondo principi eco-edilizi, a spazio multifunzionale ricco di murales e graffiti dove si possono svolgere diverse attività culturali e sportive.

Hangar Darwin Bordeaux

Skatepark Le Hangar Darwin

Hangar Darwin di Bordeaux

Da visitare durante una passeggiata nel quartiere Bastide durante il giorno per un pranzo – rigorosamente bio-, o per ascoltare musica, bere un drink la sera, praticare skate nello spazio realizzato con materiali riciclati o partecipare alle tante attività che si svolgono durante l’anno.

Il giardino pubblico

Inaugurato nel 1746, il giardino pubblico di Bordeaux è un parco urbano immenso, bellissimo tutto da esplorare a piedi o in bici come ho fatto io.

Nel parco sono presenti un orto botanico e l’erbario del museo di storia naturale di Bordeaux.

Dove: Cr de Verdun

Il giardino pubblico di Bordeaux

Grand Théâtre

Tra le altre cose da vedere a Bordeaux il neoclassico Grand Théâtre in stile neoclassico , costruito tra il 1773 e il 1780 dall’architetto Victor Louis.

Grand Théâtre di Bordeaux

Imponente e maestoso domina la Place de la Comédie il teatro è caratterizzato da un portico con 12 colonne corinzie sovrastato da 12 statue che rappresentano le 9 Muse e tre Dee, Giunone, Venere e Minerva.

Dove: Place de la Comédie

Per maggiori informazioni sul programma degli spettacoli consultate www.opera-bordeaux.com/

Le porte e le piazze di Bordeaux

Il centro storico di Bordeaux è caratterizzata da porte e da piccole e grandi piazze di grandissimo valore storico. Le più suggestive, almeno per me, le medievali Cailhau, antica porta di ingresso alla città e la Grosse Cloche, torre civica dello storico palazzo comunale.

Mi ha molto sorpreso la quantità di piazze di Bordeaux. Piccole o grandi sono tutte affascinanti. La più maestosa Place des Quinconce.

E poi piazza del Parlamento, della Borsa, della Repubblica…

Tantissime, tutte bellissime…ma devo confessarvi che a me, sono piaciute di più quelle piccole, più nascoste.

Ho adorato passeggiare e sorprendermi del fascino di queste piazze circondate da edifici storici e piene di deliziosi localini dove concedersi una pausa relax.

Piazza Quinconce di Bordeaux.

Piazza Quinconce

Informazioni pratiche:

Quando visitare Bordeaux

Il periodo migliore per visitare Bordeaux è la primavera che regala un clima mite o l’ autunno, periodo di

vendemmia, ideale anche per chi ama il vino e desidera fare i tour nelle vigne.

L’estate è molto calda, l’inverno è piuttosto rigido e le piogge sono abbondanti e frequenti.

Come arrivare a Bordeaux e come muoversi in città

Dall’ aeroporto di Merignac parte l’ autobus linea n 1 che, in circa 40 minuti, arriva al centro città.

Il servizio è garantito ogni dieci minuti mentre la sera e nei weekend ogni 30 minuti.

Costo del biglietto è di 1,70€.

Esiste anche la navetta tra l’aeroporto e la dei treni Saint Jean. Questa navetta, parte ogni 45 minuti circa, e impiega circa mezz’ora senza fare fermate intermedie.

Costo del biglietto: € 8. Se acquistate andata e ritorno avete diritto ad uno sconto del 10%.

La rete di trasporti pubblici, autobus, metro, battelli e bici è gestita dalla TBM.

Consiglio per esplorare la città l’acquisto del  Bordeaux Métropole City Pass  che permette per 48 o 72 ore di  viaggiare illimitatamente su tutti i mezzi di trasporto ed ottenere ingressi e sconti per attrazioni e attività convenzionate.

Altra opzione la carta rilasciata in uno dei punti presenti in città della TBM sulla quale è possibile caricare abbonamenti o biglietti (carnet da 5, minimo).

Il biglietto del tram si acquista direttamente alle macchinette automatiche che sono presenti alle fermate. Il biglietto del tram costa €1,70.

C’è la possibilità di acquistare anche biglietti muli-tratta, carnet, o biglietti giornalieri o settimanali

Dove dormire

Se carcate un hotel con un ottimo rapporto qualità-prezzo consiglio di soggiornare all’ Eklo Hotel Restaurant Bordeaux Centre Bastide.

Lo suggerisco soprattutto per chi viaggia in solitaria. Le stanze sono piccoline ma il prezzo ed il servizio è ottimo. Ed il venerdi musica dal vivo, serata carinissima!

Cosa e dove mangiare

La cucina tipica di Bordeaux coniuga terra e mare miscelando i prodotti delle campagne francesi a quelli del vicino Mar Atlantico.

Tra le specialità gastronomiche le ostriche arrivano tutto l’anno direttamente dal bacino di Arcachon o i dolcetti canelés preparati originariamente prodotto dalle suore.

Dove gustare le ostriche? Al mercato dei Capucins nel bistrot specializzato in ostriche “Chez Jean-Mi” o direttamente ad Arcachon accompagnati da un calice di bianco. Un rituale da vero bordolese!

Dove assaggiare i caneles?  Nella pasticcerie Toque Cuivrée sparse in tutta Bordeaux.

Per quanto riguarda invece i posticini in cui mangiare, ne ricordo uno con particolare piacere: Aunt Charlotte, un localino intimo e romantico dove ho mangiato, a lume di candela cullata dalla dolce voce di Billie Holiday, un piatto vegetariano presentato in maniera eccepibile.

Un vero gioiellino!

Dove:  7 rue des Bahutiers

E voi conoscete Bordeaux? Ci siete stati?

Leggi anche: Esperienze da fare ad Atene per scoprire il suo volto insolito

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT