Anafitioka un quartiere nascosto nella vibrante Atene
Atene Grecia

Anafitioka un quartiere nascosto nel cuore della vivace Atene

on
10/08/2019

Tra le caotiche ed affollate strade di Atene, si nasconde un piccolo tesoro tutto da scoprire,il quartiere Anafitioka un dedalo di stretti vicoli, case bianche con porte blu e bouganville viola e rosso.

I vicoli di Anafitioka

Oggi vi voglio parlare proprio di questo quartiere,un’oasi di pace e silenzio di cui mi sono innamorata immediatamente .

Un quartiere poco conosciuto dai visitatori che dedicano spesso ad Atene solo un paio di giorni per poi proseguire verso le isole.

Credetemi, è un vero peccato perché questa città è veramente ricca di luoghi molto interessanti come Exarchia

il quartiere della street art o la nuova biblioteca nazionale realizzata da Renzo Piano. 

Pronti per esplorare Anafitioka……ecco il mio racconto.

Stanca della vitale Plaka, decido di proseguire alla scoperta di Anafitioka che mi ero prefissata essere un “must” del mio viaggio ad Atene.

Non seguo un itinerario preciso,decido di “perdermi”tra i vicoli e le stradine consapevole di non potermi smarrire perchè Anafitioka si trova tra la Plaka e le rocce dell’Acropoli.

Inizio ad inerpicarmi e vengo,immediatamente, avvolta dal profumo dei fiori in un’atmosfera di pace e silenzio.

Pura magia! 

Quartiere di Anafitioka

La chiesa di San Giorgio delle Rocce di Anafitioka

Il mio primo incontro,con uno street artist che dà con i suoi colori e creatività nuova vita ad un muro grigio.

Il tempo di una fotografia e via proseguo fino in cima;da qui il panorama è stupefacente.

Mi fermo,incantata dalla vista straordinaria sulla città di Atene.

E’ arrivato il momento di tirar fuori il mio smartphone per la foto “perfetta” della vista su Licabetto e mentre tento di scattare si avvicina timidamente una persona che mi suggerisce di immortalare la collina da un altro punto.

Il panorama di Licabetto da Anafitioka

E da lì,scatta la conoscenza.

Si chiama Ambrosios– se ricordo bene- ed in inglese si offre di accompagnarmi per un giro in Anafitioka.

Mi racconta la storia di questa isola senza mare,così soprannominata dagli ateniesi perché ricorda un villaggio di un’isola cicladica.

Apprendo che la storia di Anafitioka inizia nel 19° secolo,quando il re Ottone invitò muratori ed artigiani delle isole Cicladi, in particolare da Anafi per ristrutturare il suo palazzo concedendo in cambio un pezzo di terra,alla periferia di Atene.

Gli Anafioti accettarono ma presto avvertirono la nostalgia della loro terra per cui decisero di costruire le loro case nel tipico stile architettonico ciclade tipico della loro isola,casette bianche con le porte colorate di azzurro come il cielo greco.

In questo modo,immagino, si saranno sentiti meno lontani dalla loro piccola isoletta.

Ambrosios, passeggiando per le suggestive stradine di Anafitioka mi racconta anche qualcosa di sé stesso.

Mi confessa che è un brutto periodo perché ha perso il lavoro.Faceva l’ingegniere ed ora vive con un piccolo sussidio.

E’ “figlio” della grande crisi.

Ambrosios

Mi rattrista la sua storia.

Improvvisamente,così come è apparso mi saluta e si dilegua ed io mi immersa nella quiete e nel silenzio  procedo il mio gironzolare.

Di Anafitioka mi rimarranno impresse momenti,istanti unici,indimenticabili. Un gatto nero sdraiato pigramente al sole con gli occhi color miele, una chiesetta con il suo piccolo campanile con issata la bandiera greca agitata dal vento e le sue casette bianche dal candore accecante illuminate da colorate bouganville.

Questo è Anafitioka.

Ci ho lasciato il cuore.

Ti ispira Anafitioka?

Se hai in mente di visitare Atene includi nel tuo itinerario questo piccolo quartiere,uno dei luoghi -a mio avviso-più bello e pittoresco che ho visitato in questa città.

E voi conoscevate Anafitioka?

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT