Lo stavros foundation center
Arte in viaggio Atene

Atene contemporanea: lo Stavros Foundation Center

on
03/05/2019

Atene classica o contemporanea?

Nella mia wish list non potevano mancare il Partenone, l’Agorà ed i suoi affascinanti musei.

Prima di partire avevo letto che esiste anche un’Atene contemporanea ed io l’avrei scoperta.

Quindi,deciso….. il mio viaggio ideale sarebbe stato un “pizzico” di Atene classica miscelata ad un’Atene contemporanea.

Perfetto,pronta a partire! 

La mia innata curiosità mi ha spinto oltre facendomi scoprire un volto diverso,meno battuto dal turismo, di questa straordinaria città, l’Atene moderna.

Questo mix tra antico e moderno mi ha fatto innamorare di questa città tanto da voler pensare di ritornarci prestissimo.

Tre giorni sono troppo pochi per una città che riserva delle meravigliose sorprese tutte da scoprire.

Lo Stavros Foundation Center è uno dei tanti luoghi che rappresentano un’Atene nuova proiettata verso il futuro,ancora poco conosciuta dai turisti.

Disegnato dall’architetto Renzo Piano rappresenta il nuovo polo culturale della città di Atene.

L'Agorà

Situato a Kallithea, a 4 km da Atene, il centro ospita la nuova biblioteca nazionale ed il  teatro dell’opera.

Kalithea il nome del quartiere del SNFC significa bella vista.

Quando Renzo Piano visitò la prima volta l’area non si ritrovò nulla di bello, soltanto un’area abbandonata precedentemente occupata da un ippodromo e poi destinata ad un parcheggio.

Decise,quindi di disegnare il suo progetto, completamente ecosostenibile,cercando di restituire dignità al nome del suo quartiere.

Restituì creando una collina artificiale una meravigliosa vista dell’Acropoli e del Golfo di Pireo.

Oggi sì che Kallithea rispecchia pienamente il suo significato.

Grazie Renzo Piano!

La biblioteca ed il teatro sono collegate da uno spazio pubblico, sede spesso di eventi gratuiti,l’Agorà.

L'Agorà dello Stavros Foundation Center

Agorà

Il Teatro d’opera ha due sale: un teatro principale da 1400 posti ed uno sperimentale da 400 posti.

Teatro principale dello stavros foundation center

Teatro principale

Teatro sperimentale dello stavros foundation center

Teatro sperimentale

La Biblioteca Nazionale può ospitare fino a 2.000.000 volumi.

La biblioteca vista dall'esterno

La biblioteca vista dall’esterno

La biblioteca nazionale dello stavros foundation center

Biblioteca nazionale dello stavros foundation center

Visite Guidate

La visita guidata permette di acquisire non solo parecchie informazioni sul progetto realizzato da Renzo ma anche di accedere a sale che,altrimenti non potrebbero essere visitate.  

La sala della musica,il backstage dei due teatri,la sala delle prove.

Sala prove musica

 

Sala prove canto

Molto interessante, la consiglio assolutamente!

Informazioni pratiche per la visita guidata

La visita è disponibile solo in lingua inglese e greco.

La visita in inglese si svolge solo una volta al giorno alle ore 10.

Per partecipare è necessario la pre-registrazione presso la biblioteca.

Il tour dura più di un’ora.

Oltre la visita guidata cosa fare

Noleggiare una bicicletta per esplorare il parco. I dettagli possono essere trovati qui

Partecipare a uno dei tanti festival culturali che si svolgono nel corso dell’anno.In estate ogni anno si tiene il Summer Nostos Festival .

Una kermesse culturale di concerti,balletti teatro ed eventi collaterali.

Visitare le mostre in calendario tutto l’anno. 

Degustare un caffe freddo (i greci adorano questa bevanda) nel book-cafè o leggere un libro in biblioteca.

Come arrivare

Il miglior mezzo ed il più economico è uno shuttle gratuito,riconoscibile dal logo SNFC,che parte da Piazza Syntagma. 

E voi vi aspettavate un’Atene ultramoderna?

 

 

 

 

 

TAGS
RELATED POSTS
2 Comments
  1. Rispondi

    Erminia Catalano

    05/05/2019

    Mi hai fatto scoprire un’Atene diversa.. Grazie

    • Rispondi

      Deb di Valentino

      06/05/2019

      Mi fa piacere….per me Atene è stata una piacevole scoperta

LEAVE A COMMENT

Italia

Siciliana, viaggiatrice per passione, lettrice instancabile, amante degli animali. Superati gli “anta” già da un po’ mi piace ancora giocare. Balocchi preferiti: un taccuino per annotare tutti i miei vagabondaggi, una macchina fotografica per i miei scatti insoliti e un vecchio zaino azzurro e giallo compagno fedele di tutte le mie esplorazioni intorno al mondo. Se mi vuoi contattare, scrivimi qui: debdivalentino@gmail.com

Seguimi su Facebook
Archivi