consigli utili per koh mak isola con mare e sabbia fine come il borotalco
TravelTips

Consigli utili per scoprire l’isola di Koh Mak in Thailandia

on
12/11/2018

Penna, carta e calamaio, è il momento di annotarvi qualche ” Travel Tips” di Riparto da un viaggio.

Come raggiungere l’isola di Koh Mak.

Ci sono diversi modi per arrivare a Koh Mak in aereo,taxi, auto e bus. Vi racconto la mia esperienza.

Raggiungere Koh Mak è stato piuttosto rocambolesco.

L’ intenzione era prendere da Bangkok il bus 999 per il molo di Laem Ngop. Da lì prendere una barca fino a Koh Mak.

Cambio programma….non ci sono posti.Ci consultiamo e decidiamo, rapidamente di prendere un taxi.Il costo,chiaramente, rispetto al bus è superiore ma non proibitivo.

Consiglio: contrattare sempre e,se potete,condividete con altri viaggiatori.In questo modo, dividendo le spese,si risparmia.

Da lì abbiamo preso una barca veloce ed è cominciata l’avventura 

Pioveva a dirotto (vedi foto) e questa barchetta per 40 minuti è rimasta in balia delle onde.Nessuna paura….noi abbiamo affrontato la traversata in allegria.

Come raggiungere Koh Mak

I locali erano calmi e tranquilli…perché preoccuparsi??!!

Miglior modo ed il più economico per raggiungere Koh Mak da Bangkok:

Prendere un bus diretto 999 dall’aeroporto internazionale Suvarnabhum o dalla fermata di Ekkamai Bus Terminal in città (circa 7 h).Il bus lascia lascia a 10 minuti di taxi dal molo di Laem Ngop.

Da lì prendere uno speedboat (40 minuti) fino a Koh Mak.La compagnia è la Leelawadee  Speedboat .

Il ritorno,è stato più facile,ed assolutamente meno avventuroso.

Da Koh Mak, una soluzione comoda con compagnia Boonsiri è un biglietto unico che comprende transfer, dal resort fino al molo di Ao Nid Pier ,traghetto fino al molo in terraferma di Laem Sok ed infine il bus per Bangkok. 

il molo di Ao Nid Pier di Koh Mak

Come spostarsi sull’isola

Per arrivare al resort,si può concordare con la stessa struttura un transfer.Noi abbiamo trovato al molo ad accoglierci con un gran sorriso, Paul, il proprietario del fantastico Big Easy.

L’isola è molto piccola.Noi ci siamo spostati a piedi. Si può fare tranquillamente anche l’autostop, Koh Mak è veramente tranquilla ed i locali gentilissimi e sorridenti, sono pronti ad aiutarti in ogni occasione.

In genere, non accettano nulla ma rappresenta un gesto cortese e di gentilezza, offrire qualcosa verso chi vi sta aiutando.

Per esplorare l’isola, noi abbiamo affittato uno scooter ma si può anche noleggiare una bici per i più sportivi.

Quando andare

Periodo più adatto: da dicembre ad aprile. Koh Mak ha un clima tropicale monsonico, caratterizzato da due stagioni.Il periodo migliore per visitare Koh Mak è la stagione secca, che va da metà novembre a metà aprile. Sole, temperature gradevoli e piogge rare.La stagione delle piogge, che coincide con la bassa stagione, va da metà maggio a metà ottobre. Non è il periodo migliore perché piove spesso ed abbondantemente.

Spiagge di Koh Mak:

Due le spiagge più importanti: Ao Kao e Ao Suan Yai .

Scegliere la più bella è impossibile perché essendo l’isola poco turistica ,entrambe hanno spiagge  deserte ed acque limpide e cristalline.

Dove dormire a Koh Mak

Pochi resort con bungalow sulla spiaggia poiché le famiglie locali, proprietarie dell’isola, controllano attentamente la costruzione selvaggia cercando di preservare il più possibile l’ambiente.

Per questo motivo ,consiglio di prenotare anticipatamente.

Il nostro resort Big Easy di Ao Kao ha reso la nostra vacanza indimenticabile. Mi sono trovata benissimo.

Spiaggia di Ao Kao dove c'è il resort Big easy

Alle spalle della spiaggia di Ao Kao c’è una piccola strada in cui sono concentrati alcuni piccoli posticini dove mangiare ed alcuni negozietti.

Qualche sera abbiamo mangiato fuori dal resort ma la cucina del Big easy è insuperabile, soprattutto il Thai Pad, piatto tipico della cucina thai, noodles di riso realizzato con verdure, pesce o tofu.

piatto tipico thai pad

Buonissimo!

Cosa fare

Come ho scritto nel mio post, Koh Mak,il paradiso esiste , il miglior passatempo è, non fare nulla.

No nightclub, turisti rumorosi o happy hour a ritmi di musica assordante.Solo cullati dal rumore sensuale delle onde ed il canto degli uccelli con meravigliosi tramonti a fare da backstage alla vacanza.A Koh Mak hai la possibilità reale di staccare la spina, ed allontanarti da tutto.

Visita le sculture di Khun Somchai

Mentre esplori l’isola, potresti imbatterti in alcune statue strane , decisamente a sfondo erotico.Sono sculture di un artista locale, Khun Somchai.

Il percorso inizia a 200 metri dal molo del resort di Koh Mak. Noi ci siamo limitate a vedere solo quelle della foto, non è un genere di sculture che ha suscitato la nostra particolare attenzione.

Le sculture di khun somchai di koh mak

Massaggi

Al contrario delle sculture di Khun Somchai, i massaggi ,invece ,sono stati una costante del mio soggiorno a Koh Mak e non solo.

Vai in Thailandia e non fai un massaggio? Impossibile.

Baciata dal sole tiepido del tramonto, di fronte all’azzurro cristallino del mare, ogni giorno mi sono lasciata coccolare dalle magiche mani delle abili massaggiatrici thailandesi.E poi il costo è talmente irrisorio….circa 250-300 (dai 5 ai 8 €) .

massaggio sulla spiaggia di koh mak

Escursioni

Un‘altro modo per esplorare Koh Mak e le isolette circostanti è via mare.

escursione isola circondata dal mare azzurro

Noi abbiamo fatto una bellissima escursione di una giornata in una suggestiva long-tail boat. Una tipica barca in legno thailandese decorata alla prua con fiori e nastri colorati.

koh Mak è la mia idea di paradiso sulla terra.E voi dove avete trovato il vostro paradiso sulla terra?

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT