Real Casina cinese
Palermo Sicilia

Chef per un giorno, un’esperienza diversa per scoprire Palermo

on
29/12/2019

Scoprire una Palermo diversa,fuori dai soliti percorsi turistici,viaggiando nella storia e nel gusto è stato possibile partecipando a “Chef per un giorno.

La cucina dei Monsù”,un’iniziativa interessante di cui vi racconterò in questo post.Faccio una premessa,mi piace,che sia in giro per il mondo o

dietro l”angolo” vivere esperienze diverse che mi danno la possibilità di immergermi realmente nell’anima di un luogo.Per questa mia fissa,sono sempre a

“caccia” di esperienze nuove ed originali che possano soddisfare la mia sete di curiosità e di bellezza.

A Zanzibar,per esempio,ho partecipato ad un Corso di cucina a Stone Town trascorrendo una serata spassosissima o in Venezuela ho dormito sotto le

stelle in un’amaca con gli indigeni ai piedi del Salto Angel.Vivere esperienze, oltre visitare luoghi mi riempie di gioia.Oggi non vi porto in terre lontane ma vi

 racconto la mia città.Non la Palermo,la più nota,delle sue incantevoli chiese,dei sontuosi palazzi nobiliari o degli splendidi edifici arabo-

normanni.Vi svelo quella meno conosciuta,una Palermo insolita,quella della periferia,”lontana”dal centro storico ma,altrettanto

meritevole di essere scoperta.Con un pizzico di fantasia facciamo un viaggio indietro nel tempo.

L’iniziativa “Chef per un giorno.La cucina dei Monsù”

Un viaggio sensoriale dove storia,cultura e cibo della cucina dei nobili siciliani al tempo dei Borboni,preparata dai Monsù,i cuochi di casata,di origine

francese,si mescolano per offrire un’esperienza unica e-a mio avviso- veramente originale.

La cucina dei Monsù: chi erano

La presenza dei Monsù ha origine dal matrimonio,nel 1768 tra Ferdinando I di Borbone e Maria Carolina d’Austria.Infatti, fu proprio Carolina che introdusse a

corte i Monsù,cuochi francesi simbolo di eleganza e raffinatezza.

Da allora,nei palazzi nobiliari non poteva mancare un cuoco francese,con il titolo di Monsù,termine che derivava dalla

fusione di “Monsier le chef”-“Maestro di Cucina”-.Inizialmente chiamato Monsieur, perché il nome francese

donava prestigio venne poi storpiato in Monsù. I Monsù rielaborarono dei piatti francesi utilizzando prodotti tipici della tradizione isolana dando vita a dei

piatti ancora presenti nelle nostre tavole che hanno reso famosa la cucina siciliana nel mondo, .

La mia esperienza

La mia sveglia suona presto.L’appuntamento è al Capo,mercato storico di Palermo,un tripudio di suoni e colori.

Capitanati dallo chef e dal team organizzativo,reperiamo gli ingredienti delle ricette del Monsù che utilizzeremo per lo show-cooking.

Insegna del mercato del Capol Ca

Non mancano le chiacchiere con i locali.

Apprendo con mio stupore l’origine di alcuni piatti siciliani.

Mangio da quando ero bambina le sarde a beccafico ma non ho mai saputo la storia.

Un simpatico e ciarliero venditore di pesce mi racconta che la ricetta delle sarde a beccafico ha origine da una ricetta della nobiltà palermitana a base

di cacciagione. I beccafichi erano volatili che venivano consumati imbottiti dalle loro stesse viscere.Il popolo non poteva permettersi questa ricetta per

cui utilizzarono,invece le sarde,ingrediente povero che imbottivano con la mollica di pane,l’uvetta e i pinoli,un seme dai mille

benefici.Oltre le chiacchiere e la spesa,ci fermiamo per una pausa da Dainotti’s,(ha vinto la la sfida di “4 Ristoranti” di Borghese)per gustare lo street food.

Certo erano le 9,30,ma non si può resistere alle panelle e crocchè ,una vera delizia.

Terminata la spesa al mercato,abbiamo preso il bus per il tour delle dimore settecentesche della Piana dei Colli,una zona immersa nel verde scelta

dai nobili per la villeggiatura,una moda che si stava affermando tra il settecento e l’ottocento.

I nobili,infatti si ritiravano in campagna nelle loro dimore di lusso,simbolo di potere e prestigio per oziare e fuggire dalla calura estiva.

Stanza di Villa NIscemi

Dopo aver visitato ammirato lo stile orientale della Real Casina Cinese,le terrazze maiolicate della Villa Alliata Cardillo,i sontuosi interni di Villa Niscemi

abbiamo concluso il tour a Villa Riso per uno show-cooking incentrato sulle ricette del Monsù.

Interno Palazzina Cinese

Terrazza di Villa Alliata Cardillo di Palermo

Abbiamo cucinato,scoperto i segreti e la storia di queste antiche ricette ed infine pranzato tutti insieme.Una giornata veramente divertente che consiglio

assolutamente.

Deb ai fornelli per l'iniziativa Chef ai fornelli

Buono a sapersi

Per restare aggiornati sui prossimi appuntamenti di Chef per un giorno ed altre iniziative consultate il loro sito Korai o la loro pagina in fb.

Se ti è piaciuta quest’esperienza ospitata questo post nei tuoi social o lasciami un segno del tuo passaggio con un messaggio,mi farai felice.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT