Piano Battaglia Sicilia

Madonie: Ricarico le batterie in montagna

on
22/08/2018

Il caldo torrido,quest’anno,mi ha spinto ad optare per una vacanza diversa.Se,l’anno scorso,ho goduto del meraviglioso mare sardo,quest’anno ho gustato il piacere della montagna.
Il poco tempo a disposizione ed il viaggio in programma per settembre,(Israele arrivo…..!)mi ha spinto ad una soluzione,direi, “dietro l’angolo”.Si,perché la Sicilia non è solo mare ma,anche,splendidi paesaggi montani.

Da Palermo,infatti,in un percorso,relativamente breve,attraversando borghi antichi e campagne assolate, siamo arrivati ad alta quota.Il turchese del mare lascia lo spazio verde dei prati e dei boschi ed eccoci in vetta a 1620 mt, nel cuore del Parco delle Madonie, esattamente, a Piano Battaglia.
Piano Battaglia è una frazione di Petralia Sottana,meta,da sempre, invernale per i palermitani che amano sciare.

Qui non esistono grandi strutture ma dei semplici rifugi di montagna.Noi abbiamo scelto, su consiglio di un’amica,uno storico,il Rifugio Marini.

Il rifugio Marini di Piano Battaglia

Un rifugio semplice dal sapore antico,che viene gestito quasi come una casa in cui l’ospite viene trattato come se fosse un vecchio amico di famiglia.

L'esterno del Rifugio Marini di Piano battaglia

Tutti gentilissimi ma un plauso speciale,al direttore Giovanni e la sua famiglia che gestiscono questo rifugio trasmettendo all’ospite una genuina passione e dedizione per quest’avventura intrapresa,non sempre semplice.

COSA FARE?

NATURA: Lunghe passeggiate alternate a momenti di ozio.Dal Rifugio, puoi decidere di “abbandonare” l’auto e percorrere i diversi sentieri e boschi circostanti.Piano Battaglia possiede una splendida faggeta che, è veramente bella.Merita assolutamente un’escursione per osservare questi meravigliosi alberi.Le loro fronde,attraversate,dal vento,creano una dolce melodia. 

Escursione nel bosco della faggeta nelle madonie

Oltre la faggeta,ho esplorato il sentiero  delle aquile reali con la speranza di avvistare questo animale cosi spettacolare che suscita timore e rispetto.Non ho avvistato,purtroppo,le aquile. In compenso ,ho fatto conoscenza con un pastore della zona che ha dispensato la sua antica saggezza e raccontato vecchie storie,di una Sicilia,ormai,dimenticata.

Segnaletica sentiero delle aquile

Il panorama dal sentiero delle aquile

Mi sono goduta questa natura incontaminata in cui “nuvolette” di pecore pascolano pacifiche e le mucche intonano con i loro “campanacci” una melodia dal sapore antico. 

Pecore al pascolo a Piano Battaglia

In questo quadretto così bucolico mancavano solo Heidi ed il nonno.Le caprette presenti ma non mi hanno fatto ciao.

Al pascolo le pecore in montagna a Piano Battaglia

CULTURA: Non ho avuto il tempo di annoiarmi….pensavo ad una parentesi di totale ozio,invece,sorprendentemente ho scoperto che il Rifugio, ogni anno organizza una serie di iniziative. Infatti,il Rifugio Marini ,in sinergia con altri partner,tra cui l’associazione Pro Piano Battaglia e Madonie organizzano un ricco calendario di eventi.Quindi anche un assaggio di cultura.Reading, concerti ad alta quota e degustazioni.Hai solo da scegliere ….ti puoi isolare ed immergerti nella totale contemplazione della natura o partecipare alle attività.

ED ANCORA?

Nota dolente ma assolutamente piacevole….mangiare. Al rifugio Marini, ho mangiato benissimo e forse troppo …ma che importa vacanza è sinonimo di relax in tutti i sensi persino dai rigori quotidiani della dieta. Antipasti e primi superlativi, tutti assolutamente preparati con prodotti a Km o. Mi riferiscono,anche,i secondi ma io non mangio né carne e né salumi per cui non ho potuto testare di persona.

Antipassti del Rifugio Marini

Antipasti di olive e formaggi della cucina del rifugio marini

Il nostro intento era quello di staccare dalla frenesia ed iperconnettività e ci siamo riusciti.

Quasi quasi da donna di mare,mi trasformo in donna di montagna e torno,anche,il prossimo anno.

Desiderio di staccare la spina ma non volete rinunciare ad un “assaggio” di cultura?Una proposta potrebbe essere ….Palermo e Piano Battaglia.

Se volete qualche informazione io sono qui….

TAGS
RELATED POSTS
2 Comments
  1. Rispondi

    Lidia

    26/08/2018

    Grazie! Ciò che per alcuni di noi è assolutamente scontato, per altri è una piacevole scoperta, come questo tuo andare a Piano Battaglia in tempo estivo, verde di faggi!
    Sono la presidente dell’Associazione Pro Piano Battaglia e Madonie e anch’io da anziana donna di mare mi sono trasformata in donna di montagna in cerca di quella quiete e silenzio che ormai al mare non trovo più, nonostante possegga una barca con la quale mi isolo per i miei bagni in santa pace. Ma è tutto il contorno che a mare ormai mi manca, sarà l’età, sarà che tutti, ma proprio tutti, si riversano al mare con schiamazzi, voci, birre, e tamburi che non sopporto più tanto il popolo marino.
    La nostra Associazione dal 2011 si batte per riportare i palermitani a P Battaglia, per riportare l’amore per la montagna, per i sentieri silenziosi, per la conoscenza della nostra splendida natura, abbiamo organizzato tantissime manifestazioni ed eventi ed abbiamo ottenuto un grande risultato, la ricostruzione degli impianti di risalita, ormai abbandonati da anni. All’interno della nostra Associazione si sono mossi i primi passi per la fondazione di una società srl che ha pressato e partecipato, unico concorrente, al bando per avere i fondi dalla comunità Europea per la costruzione di questi impianti, e adesso una splendida seggiovia ci porta rapidamente, sia in estate che in inverno, in cima alla Mùfara, dove, da quest’estate, avremo la possibilità di fare eventi di una certa rilevanza avendo costruito un palco all’interno di una dolina carsica, anfiteatro naturale, dedicandolo ad un nostro socio recentemente scomparso, che ha dedicato metà della sua vita a P Battaglia.
    Ti invito a seguirci anche sulla nostra pagina FB:https://www.facebook.com/pianobattagliaemadonie/ e ti ringrazio ancora per la tua bella testimonianza su P. Battaglia, arrivederci in montagna.
    Lidia D’Angelo

    • Rispondi

      Deb di Valentino

      26/08/2018

      Spero che tanti altri,come me,si innamoreranno delle nostre montagne…
      grazie anche a voi ed alla passione che ci mettete per rendere questo luogo ancora più bello

LEAVE A COMMENT

Italia

Siciliana, viaggiatrice per passione, lettrice instancabile, amante degli animali. Superati gli “anta” già da un po’ mi piace ancora giocare. Balocchi preferiti: un taccuino per annotare tutti i miei vagabondaggi, una macchina fotografica per i miei scatti insoliti e un vecchio zaino azzurro e giallo compagno fedele di tutte le mie esplorazioni intorno al mondo.

Seguimi su Facebook
Archivi